da 65 €

Sulle tracce del fronte isontino

Il monte Sabotino, alle falde del quale si trova il Parco avventura, è storicamente noto come luogo dove si svolse il fronte Isontino. Oggi questo Parco di pace è un ricordo all’assurdità delle guerre ed un appello alla pacifica convivenza tra i popoli. Durante l’escursione visiterai un vasto sistema di caverne, attraverso le quali è possibile passare da un versante all’altro del monte. È incluso nel prezzo anche il pranzo presso il rifugio del monte nei pressi del museo della Grande Guerra.

Drink di benvenuto
Avventura nel parco Soča Fun Park
Visita guidata al Monte Sabotino
Pranzo presso la baita il rifugio del monte
Vista guidata del mini museo
Richiesta

AVVENTURA FRA LE CAVERNE E TRINCEE DELLA GRANDE GUERRA
Ideato per gruppi o come team building, il programma è una combinazione di sfide per il superamento di ostacoli presso il paco avventura Soča Fun Park e di una salita a piedi sul vicino Monte Sabotino. Durante l'escursione incontrerai i resti della prima guerra mondiale e ascolterai le storie che hanno segnato questa zona di confine lungo il fiume Isonzo.

SI INIZIA CON DIVERTIMENTO PRESSO IL PARCO AVVENTURA
Il ritrovo è davanti al Centro canoa kayak di Salcano, dove vieni accolto da esperti e qualificati istruttori del parco avventura. Nel vicino bar, davanti ad un caffè o un succo accompagnati da una brioche, assisti alla presentazione del programma della giornata. Dopo il benvenuto entrerai nel SočaFun Park, che sta sul versante destro. Sotto gli occhi attenti degli esperti istruttori ti immergi un’emozionante avventura di due ore fra gli alberi, affrontando i percorsi e gli ostacoli ad altezze che variano dai 2 ai 10 metri. Alla fine affronti l’indimenticabile ‘’discesa di coraggio’’: ritorni al versante sinistro dell’Isonzo attraverso un cavo di acciaio lungo 300 m, ad un’altezza di 40 m.

DOPO L’AVVENTURA SEGUE LA SALITA A PIEDI SUL MONTE SABOTINO
Dopo aver affrontato il parco avventura ti avvii da Salcano, attraversando il ponte di Salcano, verso il Monte Sabotino. A disposizione ci sono diverse opzioni: per il Sentiero Sud, Sentiero Nord o Sentiero del Corridoio. La meta del percorso è l'antica garitta sul Monte Sabotino, dove ti accoglie il gestore dell’ex garitta dell’Armata Popolare Iugoslava, oggi trasformata in rifugio e museo. Prima ti illustra la collezione museale “Monte Sabotino nella Grande Guerra” e la camera in memoria della “Severna Primorska (Litorale del Nord) durante la guerra dell’indipendenza del 1991” e poi ti porta sui percorsi del Fronte Isontino, raccontandoti per cammino numerosi storie. Il Monte Sabotino deve la sua fama ai tempi del Fronte Isontino, le cui battaglie si svolsero sui suoi versanti durante la Grande Guerra. La sua ubicazione vicino a Gorizia, fra la Valle del Vipava, la Valle dell’Isonzo e il Collio sloveno (Goriška brda), ne faceva un importante punto di difesa dell’armata austro-ungarica. In seguito alla 6a Battaglia sull’Isonzo, Sabotino fu conquistato dall’armata italiana. Combatterono sui pendii di questo monte soldati provenienti da ben 22 nazioni. Oggi questo Parco di Pace è un monito all'assurdità delle guerre e un appello alla pacifica convivenza tra i popoli. L’intero monte è pervaso da un complesso sistema di caverne, attraverso le quali passi da un versante all’altro. Dopo la visita delle caverne, durante la quale conosci le storie che hanno fatto la nostra storia, ritorni verso Salcano.